App

App Mobile


Social

Seguici su...

Seguici su...

Seguici su...

Seguici su...


EuropaCinemas

Europa Cinemas


Cineclub Modernissimo 2019/2020

Cineclub Modernissimo 2019/2020

Cineclub Modernissimo 2019/2020


Montagskino - rassegna film in lingua tedesca

Montagskino - Grandi speranze : rassegna film in lingua tedesca

Montagskino - Grandi speranze : rassegna film in lingua tedesca


ModOriginal

ModOriginal

ModOriginal


PADRENOSTRO

PADRENOSTRO


ENDLESS


Jack in the box

Jack in the box


Miss Marx

Miss Marx


Non Odiare

Non Odiare


THE NEW MUTANTS

THE NEW MUTANTS


La Vacanza

La Vacanza


Onward - Oltre la Magia

Onward - Oltre la Magia


WAITING FOR THE BARBARIANS

WAITING FOR THE BARBARIANS


IL GIORNO SBAGLIATO

IL GIORNO SBAGLIATO


Notturno

Notturno


Mister Link

Mister Link


Il Meglio Deve ancora Venire

Il Meglio Deve Ancora Venire


The Vigil

The Vigil


AFTER 2

After 2


TENET

TENET


#iorestoinSalaLOGO

#iorestoinSalaLogo


Test di connessione #iorestoinSala

Test di Connessione


Feed social

Modernissimo - Feed social

Big - Feed social

Happy - Feed social


tariffe

Prezzi Delle Palme

Prezzi Big Maxicinema

Prezzi Happy Maxicinema

Prezzi Modernissimo


Banners

Lavora con noi

IMAX


Amo Il cinema

Fidelity


Contattaci

Comunica con Big

Comunica con Happy

Comunica con Mod


#iorestoinSala

#iorestoinSala


Non Odiare

Non odiare
 

Titolo originale:  Non odiare
Conosciuto anche come:   
Nazione:  Italia
Anno:  2020
Genere:  Drammatico
Durata:  96'
Regia:  Mauro Mancini
Sito ufficiale: 

Trama:
Trieste, cuor d’Europa, luogo per storia riccamente contaminato e innervato da tante etnie, pulsioni, sedimentazioni: un seducente melting-pot e una “scontrosa grazia”, per questa città mitteleuropea dalle profonde radici ebraiche, testimoniate dall’antica sinagoga, dove, per la prima volta, si girerà la scena di un film. Qui, nel cuore della città, ai limiti dell’antico Borgo Teresiano, vive Simone Segre, un affermato chirurgo di origine ebraica: ha una vita tranquilla, apparentemente risolta, una compagna che lavora in Francia come reporter, un appartamento elegante e nessun legame con il passato. I duri contrasti con il padre, un reduce dei campi di concentramento morto da poco, lo hanno portato, da anni, ad allontanarsi da lui. Tornando dall'allenamento settimanale di canottaggio, Simone si trova a soccorrere un uomo vittima di un incidente stradale: ma quando scoprirà sul petto di questo un tatuaggio nazista, lo abbandonerà al suo destino e nel momento in cui arrivano i soccorsi è ormai troppo tardi. I giorni seguenti, però, saranno sotto il segno del senso di colpa per la morte dell’uomo: situazione che lo spingerà a rintracciare la famiglia del neonazista che vive in un complesso residenziale popolare, il cosiddetto “quadrilatero di Melara”: Marica, la figlia maggiore, Marcello il figlio adolescente contagiato anche lui dal seme dell’odio razziale; il “piccolo” Paolo. E verrà la notte in cui, Marica busserà alla porta di Simone, presentandogli inconsapevolmente il conto da pagare...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.